antonio@cotroneoingegneria.it       mobile: +39 340 0568329

Sistemi GIS

Per GIS (Geographical Information System) si intende un sistema che permette di generare e visualizzare informazioni sul territorio. L’utilizzo di questi sistemi negli ultimi anni ha avuto un importante sviluppo e ha fornito all’utente che si occupa di modellazione idrologica ed idraulica, una serie di strumenti che consentono di ottimizzare il proprio lavoro sia in fase di input che di output.

Caratteristica fondamentale di un GIS e’ la capacita’ di georeferenziare i dati, cioe’ di attribuire ad ogni elemento, le sue coordinate spaziali reali. Per ogni proiezione viene definito anche un sistema di riferimento che viene anche utilizzato per il calcolo delle coordinate. Ad esempio nel sistema UTM si utilizzano spicchi predeterminati ampi sei gradi in latitudine detti fusi con un sistema di coordinate ortogonali all’interno di ogni fuso (l’Italia e’ a cavallo dei fusi 32, 33, 34); nella Gauss-Boaga, il riferimento e’ il meridiano passante per Monte Mario (Roma) e in questo caso l’Italia rientra all’interno del Fuso Est e Fuso Ovest.

I dati principali che vengono utilizzati all’interno dei sistemi GIS, sono i dati vettoriali e i raster.

I dati vettoriali sono costituiti da una componente geometrica (poligono, linea o punto) e da una tabella degli attributi. Tra i formati vettoriali piu’ diffusi , il principale formato e’ lo Shapefile, ormai utilizzato da quasi tutti i software GIS sia commerciali che open source.

Il raster invece rappresenta un elemento in cui la struttura principale e’ costituita da una cella quadrata la quale ha una determinata estensione e una fissata risoluzione. Tra i dati raster maggiormente in uso sono presenti: TIFF, GeoTIFF, ASCII, FLT ecc.

Cattura22

DTM con Curve di Livello

Sia i dati vettoriali che quelli raster sono ormai gestibili da tutti i software GIS disponibili, e sono facilmente sovrapponibili tra di loro permettendo all’utente l’implementazione di un progetto utilizzando strati informativi territoriali di varie tipologie e formato.

Oltre i software commerciali della ESRI come ArcGIS, sono disponibili programmi GIS particolarmente completi e potenti. Se ne descrivono brevemente alcuni

GRASS GIS: probabilmente il software GIS piu’ completo e potente tra quelli liberamente utilizzabili, anche se non di facile comprensione per gli utenti meno esperti.

QGIS: il software GIS piu’ utilizzato dagli utenti italiani. Particolarmente utile e’ il plugin OpenLayers che consente di visualizzare in tempo reale, immagine aree disponibili da server come Google, Bing, ecc..

SAGA GIS: un software GIS che nasce soprattutto per svolgere analisi di tipo territoriale. Particolarmente intuitive e complete sono i tool disponibili per la gestione dei dati lidar.

MapWindow GIS: software GIS poco conosciuto dagli utenti Italiani, ma molto utile per le applicazioni idrologiche (estrazione di un bacino idrografico) ed idrauliche (estrazione di sezioni di un corso d’acqua da DTM).